Press

Vittorie e sconfitte (molte) di un stra-italiano

12.07.22 - Libero - Claudia Gualdana

«Io amo messer FrancescoGuicciardini, amo la patriamia»: così Niccolò Machiavelliin una lettera a FrancescoVettori del 16 aprile 1527e, se mai fosse necessario appellarsiai numeri primi dellastoria per presentare Guicciardini,vediamo di iniziare daqui. Sulla grandezza dell'uomopolitico e sull'influenzaesercitata sulla storiografiamoderna non si discute, maconviene farne memoria, ancheper ricordare cosa significasseallora essere fiorentino.Nel caso di Guicciardini, rampollodi nobile famiglia, esseretenuto a battesimo da unodei massimi pensatori rinascimentali,Marsilio Ficino. Intrattenereuna corrispondenza
epistolare con NiccolòMachiavelli, di lui più anzianoe così differente, percarattere e pensiero, e chepure lo stimava.

Classifiche di Robinson

12.07.22 - Robinson - la Repubblica - Redazione

"L'impronta scarlatta" di Richard Austin Freeman al quinto posto della Classifica di qualità di Robinson, l'inserto culturale di la Repubblica

Un investigatore geniale con un medico come assistente che racconta le loro avventure. E non vive in Baker Street. "L'impronta scarlatta" di Richard Austin Freeman

11.07.22 - CriticaLetteraria - Giulia Pretta

A Richard AustinFreeman dobbiamo anche l'invenzione della inverted story, ovvero i gialli in cui si vede all'inizio ilcrimine e il colpevole e si segue poi l'investigazione sapendo già dove condurrà la pista: il tenenteColombo deve quindi molto all'innovazione di questo autore. Autore che, almeno per il pubblico italiano,non ha goduto della stessa fortuna di un altro medico inventore di un altro investigatore geniale: eccoperché Ronzani editore ha inaugurato la collana Dorsi di carta, dedicata alla ristampa di autoridimenticati, proprio con Richard Austin Freeman e il suo dottor Thorndyke.

L'indagine e la storia seguono i meccanismi del giallo classico, ma quando si pensa di aver capito, il finaleriserva una discreta sorpresa, soprattutto nella sua enunciazione.Umanità, cortesia e una spocchia intellettuale minore di quella che caratterizzavano il suo collegache ha vinto la gara di resistenza del tempo. Ma se Sherlock Holmes stava antipatico anche al suocreatore, John Thorndyke fece compagnia a Freeman fino al 1942, anno dell'ultima pubblicazione. Forsepotrebbe essere il geniale investigatore che riuscirà simpatico anche a chi non ha mai sopportato imetodi e le stranezze del residente di Baker Street.

La nuova raccolta di Tripaldi

09.07.22 - La Nuova del Sud - Angelo Lacerenza

"L'individuo superfluo", per RonzaniEditore, con prefazione diVincenzo Costantino Cinaslti,è il nuovo componimentopoetico del giovaneautore aviglianese FrancescoTripaldi (classe 1986),un avvocato specializzatoin materia di protezionedei dati personali che vive attualmente tra Milano eBologna. Nel 2019 ha pubblicatola sua prima raccoltadi poesia" Il machine learninge la notte stellata"(Collana Gialla - Lieto ColleEditore). Francesco, poetaeclettico ed originale, ne"L'individuo superfluo"parla di tematiche legatefondamentalmente alla tecnologia,soffermandosi sulleprospettive che essa ci etilee di quelle che allo stessotempo ci nega o potrebbenegarci; dal fenomeno dell'Hikikomori lino ad arrivare alle derive più tragiche.

Alla ricerca dello spriss perduto

06.07.22 - Vicenzatoday - Alberto Belloni

Si chiama Spritz, alla crucca, ma per noi è d'obbligo la declinazione alla vicentina, con doppia s a rimarcare il grafema dialettale. Di questaceleberrima bevanda pensavamo di sapere tutto. E invece no. E' appena uscito in libreria un godibile libello per il quale dobbiamo eternagratitudine all'autore, Ettore Molon, sessantottenne architetto ed epicureo con radici in Valchiampo ma fusto saldamente berico. La sua operaha molte valenze: storiche, enologiche, estetiche. Ma è soprattutto un'incursione romantica nel costume di casa nostra, con denunciascandalizzata per tutti i sacrilegi perpetuati sin qui in nome dell'aperitivologia (neologismo coniato all'istante).

In camporella con pane e noci.... un appuntamento imperdibile

06.07.22 - fulviocortese.it - Fulvio Cortese

Il mondo di Montecchio non è così diverso. Anche qui si parla di una "bassa", quella padovana. E anche qui aleggia un tono che solo in apparenza potrebbe dirsi ambiguamente nostalgico, e che, come nell'altro volume però, non è ripiegamento ma suggerimento di restituzione (parola che offre anche il titolo a uno dei capitoli). Oltre a far riemergere luoghi, storie e usi di una civiltà paesana e biologica - che, a ben vedere, non è troppo lontana, visto che i nostri diretti progenitori le sono appartenuti - Pane e noci segna anche le tappe, individuali e collettive, della traiettoria straniante che, dagli anni del boom in poi, è stata impressa per effetto di una industrializzazione onnivora.

L'ultima Thule

06.07.22 - Nazione Indiana - Romano A. Fiocchi

Rubes ha terminato il suo racconto. Sembra sfinito. Accanto a lui, appoggiata alla sponda del letto, le braccia bianche, ecco la Serenissima. Le vesti, fluttuanti, sembrano carta velina. Solleva il piccolo scettro di corallo rosso. La sua voce asessuata la suite con note metalliche.

Anno 2070 dell'era della civilità occidentale, 1448 dell'era musulmana, 1786 dell'era copta, 5830 dalla creazione ebraica del mondo, data giuliana: 2477159,74197. Questo è il termine che avevano prefissato per collocare nel tempo la mia definitiva cancellazione dalle carte geografiche. Evento burocratico che non ha avuto luogo per la mancata manifestazione del corrispondente evento fisico, erroneamente calcolato.

Spritz. Il cocktail senza età

05.07.22 - il Messaggero - Carlo Ottaviano

Nonostante il caldo torrido,lo spritz, pur essendo alcolico, è l'aperitivopiù in voga del momento.Amato dai Millenials quanto daisessanta-settantenniBoomers, senza distinzione digender. Ma quale spritz? Bianco, Rosso, Ambrato, Arancio, Campari classico, Select (cioè alla veneziana), Aperl (quello dei ventenni post Millenials),Padovano, Liscio (ma liscio come?). C'è anche la versione indeciso per I'indecisso. E ancora il Pirlo bresciano, lo Spruzzato milanese, il genovese Biancamano. Elenco sterminato stando alle 164 pagine dellapiccolaenciclopedia sul tema redatta dall'architetto e bon vieur veneziano Ettore Molon (Slow spritz, Ronzanieditore, 18 euro). "Lo spritz- scrive - non è un cocktail da farmacia, e nemmeno un long drink. Il cocktail è il modo di bere tipico della cultura golobale. Lo spritz ha invece un carattere glocal".

Il compagno segreto della sua parola: contributi per una filologia intermediale

03.07.22 - Alias - il Manifesto - Andrea Cortellessa

Con l'understatement di tanti maestri della filologia, questo studioso impeccabile [Franco Zabagli] aveva sempre omesso di raccogliere i propri lavori in volume; e il suo titolo, di persino masochistica sprezzatura, vale un autoritratto: Filologia minima su Pasolini e altro, non risponde affatto al rilievo di studi come quello sugli interventi di Pasolini nelle Notti di Cabiria di Fellini (due modi opposti di guardare agli stessi scenari), o delle letture di Mamma Roma o Una disperata vitalità,l'episodio più «cinematografico» di Poesia in forma di rosa: dove l'indicazione «comein un film di Godard» non siriferisce solo al tono e ai temidi questo folgorante nastro verbale,ma ai modi stessi del suodécoupage: che Zabagli può accostarea quelli del mediometraggiocoevo La rabbia (forse l'operapasoliniana più cresciutanella critica recente), ricordandopure l'archetipo di un «poemettoin forma di sceneggiatura, Il giovane della primavera, scritto per i GUF da un Pasolini men che diciottenne ispirato, forse, dal classicismo suprematista di LeniRiefenstahl (nel '38 Olympiaveniva premiato a Venezia).

A volte ritornano: ritrovata lettera autografa di Guicciardini a Machiavelli

28.06.22 - il Sole24ore - Marcello Simonetta

A volte ritornano. Gli autografi degli uomini illustri, soprattuttonell'Ottocento, eccitavano gli appetiti dei collezionisti europei. Per la legge della domanda e dell'offerta, alcuni antiquari dalle dita agili sottraevano le carte vergate dai geni del Rinascimento sparse alla rinfusa in archivi e biblioteche italiane. Poi gli autografi venivano messi in vendita in lussuosi cataloghi d'aste, soprattutto in Francia. E sparivano dalla circolazione.

Una raccolta di saggi per analizzare il pensiero e le opere di Pier Paolo Pasolini

27.06.22 - Messaggero ed. Veneto - Mario Brandolin

Che l'anniversario dei100 anni dalla nascitadi Pier Paolo Pasolininon sarebbe passatoin sordina, era ampiamenteprevisto e le moltissime iniziativeche lo celebrano in tuttaItalia stanno a confermarequello che molti avevano anchetemuto, ossia un eccessodi iniziative [...]. Intanto spuntano come funghi pubblicazioniche lo hanno per oggetto[...]. Tra queste ultime "Filologiaminima su Pasolini e altro"(Ronzani editore), un volumedello studioso e filologo Franco Zabagli, curatore presso ilGabinetto Vieusseux di Firenzedell'archivio dei manoscrittidi Pasolini, di cui ha curatol'edizione completa degli scritticinematografici per i «Meridiani» Mondadori. Il volume raccoglie una serie di saggi,che passano sotto la lente delfilologo, ossia del critico chestudia i testi in sé e nel confronto con altri, al fine di renderli nella loro autentica essenza, alcuni aspetti dell'attività artistica e dell'esperienza umana di Pasolini.

Slow spritz

23.06.22 - Letti a letto TGCOM 24 - Redazione

Un libro per l'ora dell'aperitivo: Slow Spritz.Scritto da Ettore Molon, architetto che tra le fondamenta dei palazziveneziani ha scoperto quelle dello spritz, e pubblicato da RonzaniEditore, questo volume è un viaggio alla scoperta di uno dei cocktail piùfamosi al mondo.
Perché se su internet e sulle etichette tutti vogliono dare la ricettaoriginale, la verità è che in giro non si beve più uno spritz decenteneanche a pagarlo oro.

L'eterna duplicità di Mauro Sambi

23.06.22 - Tortuga - Maurizio Casagrande

Si articola in cinque libri, suddivisi a propria volta in 18 sezioni complessive, frutto di un trentennio di ostinata applicazione all'opera di una vita, l'opus maior del poeta istroveneto Mauro Sambi, solo per accidens sottratto alle lettere come alla critica, a vantaggio della ricerca scientifica: "Quel tanto nella voce. Poesie 1994-2020" (Ronzani, 2021, pp. 368, con una nota a margine di Matteo Vercesi e due lettere di Mauro Sambi e Luigi Bressan).

Tra arte e letteratura. Ecco lo spritz perfetto

23.06.22 - Il Giornale di Vicenza - Antonio Stefani

Che roba è quel bicchierone di plasticaove giace un liquido arancioidesoffocato da cubi di ghiaccio?Per tanti, dalla beata gioventù deditaal rito dell'happyhour ad adultinon meno distratti dalle mode andanti, quella roba là sarebbeuno spritz. Ma, a costo di fargli andaredi traverso l'ordinazione e lemeste patatine d'accompagnamento,è ora di proclamare chiaroe tondo - a loro e a certi presuntibaris Li - che stanno sbagliando tutto.A innescare un pronto ravvedimentopotrebbe essere il recentissimovolume "Slow spritz. Comeprepararlo, come berlo" scrittodall'architetto-gourmet vicentinoEttore Molon e pubblicato dall'altrettantovicentina editrice Romani:un delizioso trattatello - conadeguata prefazione firmata daStefano Ferrio e il corredo di originaliillustrazioni - a sua volta millemiglia distante dai sussiegosi e patinati manuali in materia dicocktail, long drink, eccetera.

James Joyce e Marcel Proust rimasero a corto di parole all'Hotel Majestic di Parigi

19.06.22 - Il Piccolo - Herzbruch

Ne "Il giardino d'acqua" Andrea Pagani racconta lo strano incontro nel 1922 tra i due scrittori dopo la prima all'Opéra del "Renard" di Stravinskij e Djagilev.

E' arrivato in libreria in questi giorni "Il giardino d'acqua", romanzo di Andrea Pagani (Ronzani Editore, pagg. 208, 15 euro) che ricostruisce con molta fantasia e libertà creativa l'incontro tra Marcel Proust e James Joyce avvenuto all'Hotel Majestic di Parigi la sera del 18 maggio 1922, e divenuto leggendario perché tra i due giganti della letteratura del '900 non si instaurò l'atteso scambio di opinioni che ci s'aspettava potesse essere rivelatore ed illuminante sulla filosofia e le opere dei due geni. Al contrario, durante il loro incontro regnò un imbarazzante silenzio, interrotto brevemente da entrambe le parti da lemtosi accenni ai loro rispettivi malanni.

Newsletter

Iscrivendoti avrai uno sconto del 5% sul tuo primo acquisto